Bondiola di Sant’Agata

Prodotta con il nostro impasto base del musetto
(carne magra e grassa della testa del suino)
arricchita da un inserto di lingua leggermente
salmistrata di maiale e di guanciale fresco salato.
La Bondiola di Sant’Agata è un insaccato ripreso
da un’antica ricetta di norcini vicentini e prende
il nome dalla festività di Sant’Agata del 5 febbraio
perchè era l’ultimo insaccato fresco che si consumava
dalle famiglie dei contadini quando ancora
si macellava il maiale a dicembre.

Si cuoce per 3 ore e mezza, coccolata in un panno
di lino o cotone, a fuoco bassissimo.
Si serve calda d’inverno e tiepida,
durante i mesi temperati.

è stato oggetto di una simpatica recensione
pubblicata dalla prestigiosa rivista
“Il Gambero Rosso” nel febbraio 2008.

- prodotto da cuocere
- insaccato nel budello cieco del maiale
- pepe Maricha

2018-08-25T11:42:35+00:00
Questo sito web utilizza cookies e plugin di terze parti. Mostra altro Ok

Cookies

Clicca qui per aprire l'informativa sulla gestione dei cookies.

Informativa privacy

Clicca qui per aprire l'informativa sulla privacy