Di Prosciutto Veneto si parla già nel ‘300
nelle cronache della Serenissima.
Ed ecco che il “prosciutto verzellato”
cioè variegato di dolci vene di grasso
diventa il condimento e l’insaporitore
più importante della cucina veneziana
presente a cubettini minuti nel “risi e bisi”
del pasto dogale il giorno di S.Marco.
A questo già noto prodotto abbiamo
aggiunto particolare attenzione nella scelta
delle cosce migliori sui 13 kg a crudo.
Prodotto da pochissimi nel triangolo
Montagnana-Lonigo-Noventa
che fa ponte tra i Colli Berici ed Euganei
con 16 Comuni interessati nella DOP,
questo prosciutto esprime profumi intensi
e un gusto saporito grazie anche
alla stagionatura che non dura meno
di 18 mesi. Il processo di produzione
nel suo complesso è a metà fra quello
di S.Daniele e di Parma. È sottoposto
a una parziale pressatura per cui rimane
più schiacciato del Parma ma meno
del S.Daniele.

- salatura moderata
- pressatura media
- colore rosato intenso
- stagionatura 18 mesi